Riepilogo degli incentivi usufruibili per l’acquisto di generatori di calore a biomassa

1. Detrazione IRPEF del 50% 2. Detrazione IRPEF del 65% 3. Incentivi Conto Termico 2.0 4. IVA Agevolata

Detrazione fiscale IRPEF del 50% sull’acquisto del prodotto

Gli incentivi fiscali per interventi di ristrutturazione edilizia consistono nella possibilità di detrarre dall’IRPEF (imposta sul reddito delle persone fisiche), una quota pari al 50% delle spese sostenute fino al 31 Dicembre 2016, con un limite massimo di 96.000 euro per ciascuna unità immobiliare e una ripartizione in 10 quote annuali di pari importo.

Interventi ammessi

Le detrazioni per ristrutturazione, comprensive dell’art. 4, comma 1, lettera h (interventi per risparmio energetico) possono essere effettuate semplicemente sull’acquisto del prodotto senza dover necessariamente effettuare opere di manutenzione straordinaria.

Requisiti apparecchi

Rendimento termico non inferiore al 70%. (In allegato Dichiarazione CLAM da utilizzare).

Come fruirne

Occorre pagare le spese degli interventi con bonifico bancario o postale “parlante”, ossia indichi la causale del versamento, il codice fiscale (o il numero di partita IVA) del beneficiario e della ditta che ha eseguito i lavori. Sul bonifico, banche e uffici postali effettuano una ritenuta d’acconto dell’imposta sul reddito dovuta dall’impresa che effettua i lavori, pari all’8%. La ricevuta del bonifico deve essere conservata ed esibita in caso di accertamenti insieme ad altri documenti quali fatture e ricevute comprovanti le spese sostenute.

Allegati

Guida ristrutturazioni edilizie Attestato di rendimento per 50% (aggiornato al 30 giugno 2016)

Detrazione fiscale IRPEF del 65% per chi realizza una riqualificazione energetica

È possibile usufruire invece di questo incentivo se vengono effettuati degli interventi mirati ad ottenere un effettivo risparmio energetico degli edifici. In tal caso è possibile detrarre dall’IRPEF (imposta sul reddito delle persone fisiche), una quota pari al 65% delle spese sostenute fino al 31 Dicembre 2016, con un limite massimo che varia a seconda del tipo di intervento e una ripartizione in 10 quote annuali di pari importo.

Interventi ammessi

Acquisto e posa in opera di impianti di climatizzazione invernale dotati di generatori di calore alimentati a biomasse combustibili per un valore massimo di 30.000 euro.

Requisiti apparecchi

  1. un rendimento utile nominale minimo non inferiore all’85%;
  2. rispettano i limiti di emissione di cui all’allegato IX alla parte quinta del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, e successive modifiche e integrazioni, ovvero i più restrittivi limiti fissati da norme regionali, ove presenti;
  3. utilizzano biomasse combustibili ricadenti fra quelle ammissibili ai sensi dell’allegato X alla parte quinta del medesimo decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, e successive modifiche e integrazioni.

Come fruirne

Oltre ad effettuare i pagamenti con bonifico bancario o postale, per beneficiare dell’agevolazione fiscale è necessario disporre di:

  • asseverazione di un tecnico abilitato che consente di dimostrare che l’intervento realizzato è conforme ai requisiti tecnici richiesti;
  • attestato di certificazione (o qualificazione) energetica;
  • cheda informativa relativa agli interventi realizzati.

Questi ultimi due documenti dovranno essere trasmessi in via telematica all’ENEA (www.acs.enea.it) entro 90 giorni dalla fine dei lavori.

Per maggiori info potete rivolgervi ai nostri partner Systech Italia srl, chiamando il numero verde: 800 60 85 41

Allegati

Guida agevolazioni risparmio energetico Vademecum ENEA generatori di calore a biomassa Dichiarazione 65% CLAM

Incentivi del Nuovo Conto Termico 2.0 per chi effettua una sostituzione di prodotto

Il 31 Maggio 2016 è entrato in vigore il nuovo Conto Termico 2.0 che mette a disposizione 900 milioni di euro all’anno per incentivare i piccoli impianti di produzione di energia termica da fonti rinnovabili.

Questo introduce una diversa forma di incentivazione e promozione dei generatori a biomassa legnosa (pellet e legna) attraverso l’emissione di un contributo, erogato da GSE, diretto all’utente finale.

Interventi ammessi

Sono ammessi esclusivamente i generatori di calore a legna o pellet installati in sostituzione

  • di generatori di calore per la climatizzazione invernale, a biomassa, a carbone, a olio combustibile o a gasolio.
  • di generatori di calore per il riscaldamento delle serre esistenti o dei fabbricati rurali esistenti, a biomassa, a carbone, a olio combustibile o a gasolio.

Sono quindi escluse nuove installazioni e sostituzioni di apparecchi a gas.

Requisiti apparecchi a pellet

  • a. Certificazione di un organismo accreditato della conformità alla norma UNI EN 14785;
  • b. Rendimento Termico Utile non inferiore a 85%;
  • c. Emissioni in atmosfera non superiori a quelle riportate nella tabella sotto;
  • d. Il pellet utilizzato deve essere certificato secondo la norma UNI EN 14961-2.

Particolato primario (mg/Nm3 rif.13% O2) CO (g/Nm3 rif.13% O2)
Limiti emissioni 30 0,36

Come fruirne

Consulta le regole applicative direttamente dal sito del GSE.
Per maggiori info potete rivolgervi ai nostri partner Systech Italia srl, chiamando il numero verde: 800 60 85 41

Allegati

* Le caldaie VITTORIAEVO sono soggette ai requisiti sopra indicati, ne consegue che non è obbligatoria l’installazione con sistema di accumulo termico, prevista invece per le “Caldaie a biomassa”.

Scegli il prodotto per il quale vuoi calcolare l’incentivo.

Seleziona in quale comune vuoi installare il prodotto.

Calcola l’incentivo

L'effettiva erogazione dell'incentivo è subordinata al controllo da parte del GSE per la verifica dei requisiti richiesti dalla DM 16 febbraio 2016 (Conto Termico 2.0). Contattare il numero verde di Systech Italia srl: 800 60 85 41 per una valutazione più approfondita.

Incentivo Totale €

Erogato in un’unica soluzione per contributo minore o uguale a € 5.000,00

Scheda del prodotto.

IVA Agevolata

Allegato

Note informative su IVA agevolata (aggiornata a settembre 2015)

© 1995 - 2017 
CLAM SOC. COOP.
|
P.IVA 00222370546
|
Via Antonio Ranocchia - 06055 Marsciano (PG)
|
Tel. +39 075 874001